Nuova Octavia, un concentrato di tecnologia: dall’assistente virtuale all’Head-up display

Nuova Octavia, un concentrato di tecnologia: dall’assistente virtuale all’Head-up display

PRAGA – Il Collision Avoidance è un sistema che Skoda offre per la prima volta proprio sulla Octavia. La funzione aiuta il conducente ad evitare l’impatto grazie ad una manovra di scarto controllata in caso di impatto imminente. Altre “prime” sono il Turn Assist, che rileva i veicoli provenienti in senso contrario durante la svolta a sinistra, avvertendo il conducente o persino frenando automaticamente la vettura,


e l’Exit Warning.


 

A partire dall’allestimento Style, sulla nuova Octavia c’è il nuovo head-up display. Un modulo ottico proietta l’immagine sul parabrezza nel campo visivo del conducente, che può leggere i dati senza togliere gli occhi dalla strada. Il sistema viene montato di serie sulla best seller ed è basato sullo schermo multifunzione Maxi Dot con una diagonale di 4,2 pollici che impiega fino a 16 colori.

Il nome Octavia è stato adottato da Skoda nel 1959. La scelta di mantenerlo anche con la “rinascita” del 1992 non è soltanto di marketing (il brand vale). C’è anche un pizzico di scaramanzia, ma, soprattutto, c’è il fatto che il numero otto è quello dell’infinito, quasi un’ambizione. E nell’industria dell’auto sessant’anni non sono pochi. La sola terza generazione è stata venduta in 2,7 milioni di esemplari sui 6,5 totali.

Laura è l’assistente virtuale di Skoda, mentre Kessy è il futuro sistema di accesso alla macchina e di avviamento del motore senza l’inserimento della chiave. Sulla quarta generazione della Octavia sono di serie il pulsante di accensione del veicolo, il freno di stazionamento elettromeccanico ed il comando elettrico dei quattro cristalli laterali (quelli anteriori si possono avere anche in versione “acustica”, che riducono ulteriormente i rumori).

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.