Coronavirus, le vittime salgono a 1.383. Niccolò sul volo per l’Italia

Coronavirus, le vittime salgono a 1.383. Niccolò sul volo per l’Italia

Live

Asia e Oceania

All’indomani del cambio dei parametri per definire il contagio, che ha causato l’impennata dei 14.800 casi registrati ieri, il numero di nuove infezioni nella provincia di Hubei si ferma a 4.823

  • Lufthansa proroga la sospensione dei voli

    Lufthansa sospenderà tutti i voli verso la Cina continentale fino al 28 marzo a causa del nuovo coronavirus. “Il gruppo Lufthansa ha ora deciso di annullare i voli di Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines da e per Pechino e Shanghai fino alla fine del programma invernale del 28 marzo”, ha dichiarato la compagnia in un comunicato. Lufthansa aveva inizialmente sospeso i suoi voli fino alla fine di febbraio. La compagnia aerea ha aggiunto che alcuni voli di Hong Kong saranno cancellati mentre la controllata svizzera userà aerei più piccoli per i voli da e per Hong Kong a marzo.

  • La borsa di Tokyo in ribasso

    La borsa di Tokyo ha proseguito il suo movimento al ribasso sullo sfondo di maggiori incertezze sul coronavirus. I listini giapponesi sono stati appesantiti dalla generale flessione dei mercati azionari internazionali preoccupati dal balzo dei numeri di contaminazione in Cina, diffusi a seguito di modifiche nel metodo di calcolo. L’indice Nikkei dei titoli guida ha perso lo 0,6% a 23.687,59 punti e anche il più ampio indice Topix ha ceduto lo 0,6% chiudendo a 1.702,87 punti. Pesante Nissan che ha perso quasi il 10%, ai minimi da 10 anni, dopo aver abbassato, ieri, per la seconda volta le previsioni annuali.

  • 11 ultraottantenni sbarcano dalla Diamond Princess


    Un primo gruppo di 11 passeggeri, di 80 anni e oltre, risultati negativi ai test per il coronavirus, è sbarcato dalla Diamond Princess, la nave da crociera messa in quarantena nella baia di Yokohama in Giappone, per essere trasferiti in alloggi protetti messi a disposizione dal governo. Lo ha confermato un funzionario del governo giapponese precisando che i passeggeri resteranno negli alloggi preposti fino alla fine della quarantena, il 19 febbraio.

  • 1.716 operatori sanitari contagiati, 6 morti

    Il vice ministro della Cina National Health Commission Zeng Yixin ha dichiarato che 1.716 operatori sanitari sono stati infettati dal coronavirus e sei di loro sono morti . Zeng, durante una conferenza stampa sulla protezione degli operatori sanitari, ha affermato che il numero di personale medico infetto è in aumento. I funzionari e gli ospedali cinesi hanno ripetutamente notato una carenza di dispositivi di protezione, comprese le maschere per il viso, mentre la malattia ha preso piede nell’Hubei e si è diffusa in tutto il Paese.

  • «Il virus non viene da un laboratorio»

    Trevor Bedford del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, uno scienziato in prima linea nello sforzo internazionale per contenere l’epidemia di coronavirus, ha escluso che l’origine della malattia sia un virus fuggito da un laboratorio di Wuhan dopo essere stato geneticamente modificato. Lo riporta il Financial Times. Lo scienziato smentisce le storie circolate sui social media secondo cui Covid-19 è stato creato al Wuhan Institute of Virology o altrove in Cina, voci che hanno spinto l’Organizzazione Mondiale della Sanità a mettere in guardia da una “infodemia” di false notizie sull’epidemia.

  • Niccolò sul volo per l’Italia


    In partenza il volo speciale che riporterà in Italia Niccolò, lo studente italiano 17enne rimasto bloccato a Wuhan, città focolaio dell’epidemia di coronavirus. A darne conferma il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, che nel corso della trasmissione Piazza Pulita ha annunciato che sarà sull’aereo per Wuhan. “Con me – ha aggiunto – viaggeranno medici e infermieri. Ritorneremo nella giornata di sabato

  • 1.383 vittime, 4.823 nuovi contagi

    Sala a 1.383 il bilancio delle vittime dell’epidemia di coronavirus in Cina, 116 morti in più rispetto a ieri quando se ne erano registrati 242. In calo anche il numero di nuove infezioni nella provincia di Hubei, che si ferma a 4.823 dopo l’impennata di 14.800 casi registrati ieri, a causa del cambiamento dei parametri per definire i contagi.

    Che cosa è successo nei giorni scorsi:

    Giovedì 13 febbraio

    Mercoledì 12 febbraio

    Martedì 11 febbraio

    Lunedì 10 febbraio

Loading…

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti

Loading…

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.