Trump: Italia in difficoltà ma è ancora presto per bloccare i voli

Trump: Italia in difficoltà ma è ancora presto per bloccare i voli

  • Trump: l’Italia è in difficoltà ma è presto per il blocco dei voli

    Gli Stati Uniti continuano a monitorare tutti gli arrivi dalle aree infette dai focolai di coronavirus e sono «molto, molto pronti» a fare tutto il necessario. Lo ha affermato il presidente Donald Trump dalla Casa Bianca, sottolineando che finora gli Usa hanno avuto successo, «un tremendo successo» nell’affrontare l’emergenza. Per Trump, inoltre, è ancora troppo presto per gli Stati Uniti decidere eventuali restrizioni ai viaggi dall’Italia e dalla Corea del Sud. «Ora non è il momento giusto. Al momento giusto potremmo farlo, vedremo cosa succede».

    Intanto Mike Pence, il vice presidente americano, è stato designato a guidare la risposta degli Stati Uniti al rischio legato la coronavirus. «La nostra priorità è la sicurezza e la salute degli americani», ha messo in evidenza Pence, precisando che «anche se i rischi per il popolo americano restano bassi, lavoreremo per avere le risorse necessarie a rispondere all’emergenza». Per il presidente Usa non ci sono timori per l’economia Usa, che «è forte», mentre «Wall Street recupererà».

    E mentre il presidente parlava alla Casa Bianca intanto si diffondeva la notizia del primo caso di coronavirus negli Stati Uniti con origini non accertate: è in California, e la persona contagiata non è tornata di recente da viaggi all’estero né è stata a contato con altre persone malate. Un caso che potrebbe essere il primo segnale della diffusione del virus negli Usa, dove finora il numero dei contagiati è limitato. I casi sono infatti 15, di cui otto sono tornati a casa, cinque hanno recuperato perfettamente, uno è in ospedale e uno sta per essere dimesso.

Loading…

Loading…

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.