Lockdown inutile? Per l’Imperial College ha salvato 3 milioni di vite in Europa

Lockdown inutile? Per l’Imperial College ha salvato 3 milioni di vite in Europa

studio con il crimedim

Secondo i ricercatori dell’Imperial College le draconiane misure anticontagio adottate dai Governi a marzo hanno avuto “un effetto sostanziale” contribuendo to a portare il tasso R0 al di sotto di 1

Coronavirus, a SkyTg24 parla Mattia Maestri “Paziente 1” italiano

Secondo i ricercatori dell’Imperial College le draconiane misure anticontagio adottate dai Governi a marzo hanno avuto “un effetto sostanziale” contribuendo to a portare il tasso R0 al di sotto di 1

4′ di lettura

Il ricorso ai lockdowns su larga scala, basati su misure drastiche come la chiusura dei negozi e delle scuole, ha ridotto le velocità di trasmissione del Covid-19 abbastanza da controllarne la diffusione in Europa, e potrebbe aver evitato oltre tre milioni di morti.

Non solo: se in Italia le misure restrittive per bloccare la pandemia da coronavirus fossero scattate anche solo una settimana prima rispetto al 9 marzo, forse oggi conteremmo 126mila casi in meno e, soprattutto, 13mila morti in meno.

Sono queste le conclusioni di due studi dell’Imperial College di Londra: il primo in via di pubblicazione su “Nature” è basato sulla modellizzazione dell’impatto delle misure anticontagio in 11 Paesi europei, Italia compresa, fino ai primi giorni di maggio. Il secondo è stato condotto insieme al Crimedim (Research Center in Emergency and Disaster Medicine, Università del Piemonte Orientale) e focalizzato unicamente sull’Italia.

Il primo studio: gli effetti sull’R0

Nel primo caso, secondo gli autori dello studio le draconiane misure anticontagio adottate dai Governi a marzo hanno avuto «un effetto sostanziale» e hanno contribuito a portare il tasso di riproduzione dell’infezione al di sotto di 1 all’inizio di maggio. Come noto, il “numero di riproduzione di base” R0 rappresenta il numero medio di infezioni secondarie prodotte da ciascun individuo infetto in una popolazione mai venuta a contatto con un nuovo elemento patogeno. Questo parametro misura la potenziale trasmissibilità di una malattia infettiva: se l’R0 di una malattia infettiva è circa 2, significa che in media un singolo malato infetterà due persone. Quanto maggiore è il valore di R0 e tanto più elevato è il rischio di diffusione dell’epidemia. Se invece il valore di R0 fosse inferiore ad 1 ciò significa che l’epidemia può essere contenuta.

Sotto osservazione 11 Paesi europei

Il team di ricerca, composto da scienziati del Centro Mrc per l’analisi delle malattie infettive, del Jameel Institute e del Dipartimento di matematica dell’Imperial College ha stimato che all’inizio di maggio nei Paesi sotto osservazione (Austria, Belgio, Gran Bretagna, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Norvegia, Spagna, Svezia e Svizzera) risultavano infettate dal coronavirus tra i 12 e i 15 milioni di persone.

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.