Le Borse archiviano tre mesi record. Ma da inizio anno solo il Nasdaq è in positivo

Le Borse archiviano tre mesi record. Ma da inizio anno solo il Nasdaq è in positivo

default onloading pic
(Sergiy Timashov – stock.adobe.com)

Per Piazza Affari +13,6%, maggior rialzo trimestrale dal 2003, ma l’unico indice in positivo da inizio anno è il Nasdaq (+11%). Per i prossimi mesi, incertezze sulla ripresa economica e sull’andamento dei contagi. E a novembre le elezioni presidenziali negli Usa

4′ di lettura

Dati economici incoraggianti da un lato, timori per una ripresa della pandemia da Covid-19 e nuovi lockdown dall’altro, man mano che le misure di contenimento vengono allentate. Tra questi due estremi si chiude un secondo trimestre da record per i listini azionari, con gli investitori che hanno preferito vedere il bicchiere mezzo pieno e hanno premiato gli asset rischiosi, dopo un primo trimestre drammatico. Nei prossimi mesi, però, gli elementi di incertezza resteranno in primo piano: in primo luogo l’andamento dei contagi, con l’Oms che ha avvertito che il peggio potrebbe non essere ancora passato e i casi nel mondo che hanno superato i 10 milioni, la ripresa economica che potrebbe non essere brillante come sperato e le elezioni americane, con il loro carico di dubbi.

Per i mercati globali il miglior rialzo trimestrale da 11 anni

Il secondo trimestre, comunque, si chiude a livelli record: l’indice Msci All Country World Index è salito del 17,5%, il rialzo più forte degli ultimi 11 anni (dal secondo trimestre 2009), dopo che i primi tre mesi di quest’anno erano stati i peggiori dal 2008. Da segnalare, però, che la scorsa settimana con la risalita dei contagi l’indice ha registrato un calo del 2%. Il bilancio, dai nimini del 23 marzo, è di un balzo del 35,8% ma da inizio anno c’è ancora il segno meno: -7,7%.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Loading…

Milano sale del 13,6% in tre mesi, ma per il 2020 siamo a -7%

mentre l’Europa nel suo complesso è risalita del 16% e Francoforte ha messo a segno un +23,9%. Negli Stati Uniti, l’S&P500 con un +19% ha registrato il suo miglior trimestre dal 1987, mentre il Nasdaq (+29,7%) ha visto il rialzo maggiore dal primo trimestre 1991. Dai minimi dell’anno toccati il 12 marzo, la Borsa di Milano ha recuperato il 30,1% anche se il bilancio da inizio anno resta negativo per il 17,6%. Le Borse europee hanno recuperato dal punto più basso il 35,6% del loro valore, ma per il 2020 siamo ancora a -13,6%, con Francoforte a +45,8% dal minimo del 18 marzo e a -7,1% da inizio anno.

Per il Nasdaq bilancio positivo da inizio anno: +11%

Negli Stati Uniti il Nasdaq Composite ha recuperato il 45,6% dai minimi toccati il 23 marzo ed è l’unico tra gli indici principali a registrare un bilancio positivo da inizio anno: +11,3%. Invece l’S&P500 resta in rosso nei primi sei mesi per un 4,8% mentre dai minimi del 18 marzo ha messo a segno un rimbalzo del 37,5%. Anche la Borsa cinese chiude in bellezza il secondo trimestre e si porta sui nuovi massimi da inizio marzo con il guadagno complessivo a +12%. La perdita da inizio anno è totalmente azzerata. Tokyo ha guadagnato il 17,8% nei tre mesi, resta in rosso per il 5,8% nei sei mesi mentre il rimbalzo dal minimo del 19 marzo è del 34,6%.

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.