Borse, l’Europa parte bene dopo il Nasdaq record. A Piazza Affari sale Fca

Borse, l’Europa parte bene dopo il Nasdaq record. A Piazza Affari sale Fca

la giornata dei mercati

Le trimestrali di colossi come Bayer e Diageo pesano sui listini. In risalita l’euro che torna a toccare quota 1,18 dollari, oro sempre sui massimi. In calo il petrolio

di Chiara Di Cristofaro

default onloading pic
(Bloomberg)

Le trimestrali di colossi come Bayer e Diageo pesano sui listini. In risalita l’euro che torna a toccare quota 1,18 dollari, oro sempre sui massimi. In calo il petrolio

3′ di lettura

Dopo un’apertura con slancio, hanno frenato gli indici europei, con alcune trimestrali deludenti che stanno pesando sui listini, a partire da quella di Bayer. La Borsa peggiore è infatti proprio Francoforte, con Bayer che zavorra il Dax dopo aver registrato un rosso da 9,5 miliardi nei primi sei mesi dell’anno. Piazza Affari tiene con gli acquisti che premiano due ‘big’ come Eni e Tim. L’entusiasmo del Nasdaq da record della seduta di lunedì 3 agosto è frenato anche dai numeri sulla diffusione del Covid a livello globale, con i contagi nel mondo che hanno superato la soglia di 18 milioni. In rosso anche i future sugli indici Usa, mentre gli investitori aspettano notizie sul nuovo pacchetto di stimoli all’economia negli Usa, dopo i rumor secondo cui la Casa Bianca sta cercando un modo di dare il via libera senza passare dal Congresso.

A Piazza Affari occhi puntati sulle trimestrali, corre Tim

Occhi ancora puntati sulle trimestrali, in calendario a Piazza Affari i cda di Atlantia, Buzzi, Cairo, Iren, Mps e Telecom che segna la performance migliore del listino principale. Il cda deve discutere anche l’offerta di Kkr sulla rete secondaria. Sotto i riflettori anche Ubi , dopo le dimissioni del numero uno, Victor Massiah e dopo che in una nota Intesa ha comunicato la chiusura dell’Opas e ha detto di avere a questo punto in mano oltre il 91% dei titoli, con un esborso cash da 588 mln. Il gruppo guidato da Carlo Messina ha inoltre comunicato i conti del primo semestre, chiusi con un utile in crescita del 13,2% a 2,6 miliardi. Doo la diffusione dei numeri, le azioni hanno immediatamente allungato il passo.Fiat Chrysler Automobiles dopo che le immatricolazioni sono calate dell’8,9% a luglio a fronte di un calo del mercato dell’11%, mentre da inizio anno per il Lingotto il bilancio è negativo per il 43,6%. Acquisti sui titoli del comparto petrolifero, a partire da Eni e Saipem, sulla scia di Bp che vola a Londra dopo l’annuncio della riduzione del dividendo (atteso) e del piano di riorganizzazione, mentre perde terreno Recordati.

Spread BTp/Bund in area 158 punti, rendimento all’1,07%

In leggero calo i BTp scambiati sul secondario telematico Mts. La corrente di vendite sul nuovo benchmark primo dicembre 2030 ha portato, nella seduta di lunedì 3 agosto, ad allargare lo spread con i Bund agosto 2030 che hanno perso terreno solo marginalmente. Nella seduta di amrtedì 4 agosto, il differenziale di rendimento tra il BTp 1/12/2030, nuovo benchmark e il decennale tedesco di pari durata e’ indicato in area 158 punti base rispetto ai 159 della vigilia. Il rendimento dei decennali italiani è fermo all’1,07%.

Euro tocca 1,18 dollari, dollaro debole

Torna la debolezza sul dollaro, dopo due sedute in rialzo e l’euro torna in area 1,18 sul biglietto verde. “La domanda per asset denominati in dollari è in calo – commentano gli analisti di ActivTrades – con l’appeal da valuta rifugio che sta scemando, mentre la crisi sanitaria da Covid appare in netto peggioramento negli Stati americani più densamente popolati e mentre sono in stallo i colloqui per il nuovo pacchetto di stimoli negli Usa”.

Petrolio in calo, l’oro resta sui massimi

In calo il prezzo del petrolio verso quota 40 dollari al barile dopo i recenti rialzi, con l’aumento della produzione Opec che preoccupa i mercati. Intanto, il prezzo dell’oro spot si conferma sui massimi in area 1.970 dollari l’oncia. “La resistenza a 2.000 dollari – spiegano gli analisti di ActivTrades – è molto forte e ci sono ampi volumi piazzati lì. Ogni notizia su nuovi stimoli monetari da parte della Fed potrebbe contribuire alla rottura di questo livello”.

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.