Lavoro, con il nuovo bonus assunzioni   «in arrivo» 400mila posti stabili

Lavoro, con il nuovo bonus assunzioni «in arrivo» 400mila posti stabili

Esonero cumulabile con altri aiuti

L’esonero è cumulabile con altri incentivi, ad esempio con lo sgravio triennale al 50% rivolto agli under35: in questo caso, spiegano fonti di governo, i primi sei mesi di esonero sono al 100 per cento.

La misura non vale per i contratti di apprendistato e di lavoro domestico, e non potranno fruirne i lavoratori che hanno già avuto, con la medesima impresa, un contratto a tempo indeterminato nei sei mesi precedenti l’assunzione (nell’ultimissima versione del decreto agosto non c’è più il riferimento all’incremento occupazionale netto come condizione per ottenere lo sgravio – ma sul punto c’è ancora braccio di ferro all’interno dell’esecutivo).

«Il vero problema del nostro mercato del lavoro è che le assunzioni sono ferme – ha spiegato Marco Leonardi, economista alla Statale di Milano e consigliere economico del ministro Roberto Gualtieri – . Per questo, se vogliamo tornare alla normalità bisogna incentivare le assunzioni, a cominciare da quelle a tempo indeterminato».

Stagionali e contratti a termine

Nel decreto agosto, c’è spazio anche per la decontribuzione piena di 3 mesi per le assunzioni dei lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, colpiti duramente dalla pandemia; e per un nuovo, doppio, intervento sui contratti a termine.

Il primo, è l’ennesima deroga al decreto dignità: fino a fine anno, cioè, e ferma restando la durata massima di 24 mesi, sarà possibile rinnovare o prorogare per massimo 12 mesi e per una sola volta i contratti a tempo, anche in assenza delle causali.

Il secondo, è l’abrogazione di un comma del decreto Rilancio che imponeva ex lege ai datori di prorogare il termine dei contratti di apprendistato e di quelli a termine, anche in regime di somministrazione, di una durata pari al periodo di sospensione dell’attività lavorativa, prestata in forza dei medesimi contratti, a causa del Covid-19.

Questa norma era stata subito critica da tutti, inclusi autorevoli giuslavoristi che avevano parlato di un vero e proprio imponibile di manodopera. Con il decreto agosto si accolgono questi rilievi, e si cancella la disposizione.

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.