Redditi dei parlamentari on line: Conte guadagna 1,1 mln. Berlusconi si «impoverisce»

Redditi dei parlamentari on line: Conte guadagna 1,1 mln. Berlusconi si «impoverisce»

I DATI

Il senatore Matteo Renzi, leader di Iv, ha dichiarato nel 2019 un reddito complessivo di 811.413 euro. Lo scorso anno aveva un reddito complessivo di 29.315 euro

default onloading pic

Il senatore Matteo Renzi, leader di Iv, ha dichiarato nel 2019 un reddito complessivo di 811.413 euro. Lo scorso anno aveva un reddito complessivo di 29.315 euro

3′ di lettura

È stato di 1.155.229 euro il reddito imponibile del 2018 del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. La sua dichiarazione dei Redditi – e quella degli altri membri del governo Conte 1 – sono pubblicati on line sul sito Parlamento.it. Il 2018 è stato un anno d’oro per quanto riguarda il reddito, che si è triplicato rispetto al 2017, quando l’imponibile fu di 370.314 euro. Il Presidente del Consiglio dichiara anche la proprietà di un immobile a Roma e di un’auto, una Jaguar XJS del 1996. Pubblicata anche la dichiarazione del presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, che nel 2018 ha dichiarato 121.259.

Le fatture di Conte

L’incremento dell’imponibile – si precisa – è dovuto al fatto che quando Giuseppe Conte è diventato presidente del Consiglio ha dovuto chiudere tutti gli incarichi pendenti emettendo le relative fatture, e quindi ha fatturato in un solo anno importi che altrimenti sarebbero stati diluiti nel corso del tempo.

Berlusconi si “impoverisce”

È sempre Silvio Berlusconi il leader di partito con il reddito più alto, con oltre 48 milioni di euro. Rispetto allo scorso anno, Silvio Berlusconi si “impoverisce”, passando da un reddito complessivo di 50,824 milioni (48,011 milioni di imponibile) a un reddito di 48,025 milioni nel 2019 (per un imponibile di 48,022 milioni di euro), ma resta comunque al top tra i leader politici che hanno presentato la loro dichiarazione patrimoniale al Parlamento.

Taglio dei parlamentari: tutte le nuove regole

Renzi, Salvini e Meloni

Il senatore Matteo Renzi, leader di Iv, ha dichiarato nel 2019 un reddito complessivo di 811.413 euro (imponibile pari a 796.281 euro), grazie alla cessione della sua metà di un immobile e alla liquidazione della Digistart Srl, mentre lo scorso anno aveva un reddito complessivo di 29.315 euro. Matteo Salvini, anche lui senatore, ha un reddito complessivo di 76.990 euro nel 2019 (70.173 euro di imponibile) rispetto ai 13.228 del 2018. Sempre tra i leader di partito, ma passando alla Camera, Giorgia Meloni nel 2019 ha dichiarato 100.456 euro di reddito complessivo (97.145 di imponibile), in linea con l’anno precedente quando dichiarò 100.336 euro.

L’imprenditore-parlamentare più ricco

Antonio Angelucci, deputato di Forza Italia, imprenditore nei campi della sanità, dell’immobiliare e dell’editoria, resta il “paperone” in Parlamento e con 5.105.187 di reddito imponibile batte Giulia Bongiorno, senatrice della Lega e noto avvocato penalista, che dichiara 2.403.772. È quanto risulta ancora dalle dichiarazioni dei redditi relative al 2018 ed effettuate nel 2019. Manca ad ora la dichiarazione di Nicolò Ghedini, avvocato di Silvio Berlusconi, e negli anni sempre nella top ten dei più ricchi in Parlamento.

Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.