Capodanno, il sindaco di Verona limita i botti a tutela degli animali

lunedì 28 Dicembre 2015 - Cronaca

Capodanno, il sindaco di Verona limita i botti a tutela degli animali  Ordinanza contro l’utilizzo e lo sparo di fuochi d’artificio a meno di 200 metri da scuole, case di riposo e canili. Multe dai 25 ai 500 euro

  Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha firmato in vista delle feste di Capodanno un’ordinanza che dispone alcuni divieti sui «botti», a tutela dei soggetti deboli e degli animali domestici. Il provvedimento prevede il divieto di utilizzo e sparo di materiali esplodenti, fuochi d’artificio e oggetti similari ad una distanza inferiore a 200 metri dai luoghi di ricovero, cliniche, ospedali, case di cura e di riposo, scuole (limitatamente agli orari delle lezioni scolastiche); in presenza di animali domestici nonché in direzione degli stessi presenti sulla pubblica via, nei luoghi aperti al pubblico dei centri abitati; ad una distanza inferiore di 200 metri dal canile comunale e da spazi verdi pubblici destinati ai cani; in aree naturalistiche e oasi protette in cui viene tutelata la fauna selvatica.

L’ordinanza vieta inoltre di condurre in qualsiasi momento animali d’affezione in luoghi dove vengono effettuati spettacoli pirotecnici autorizzati. L’inosservanza prevede una sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro, oltre alla denuncia all’autorità giudiziaria in caso il fatto assuma rilievo penal


Cosa ne pensi di questa notizia?

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle