Chi dice sciocchezze disinforma anche te. Digli di smettere

giovedì 10 Dicembre 2015 - Cronaca

Chi dice sciocchezze disinforma anche te. Digli di smettere

 Ebbene, questa affermazione non solo è falsa, ma lo è pure in un modo molto grave. Volendo ricordare (cit.), Parmalat ricevette il rating da Standard & Poor’s (unica agenzia ad aver valutato il merito di credito dell’azienda di Tanzi) il 15 novembre 2000. Quel rating era il gradino più basso dell’investment grade, cioè (per S&P) BBB-. Non c’è mai stata alcuna tripla A, nella storia del rating di Parmalat. Ed il rating tripla A era esattamente nove gradini sopra quello ottenuto dall’azienda di Calisto Tanzi. Sempre per la cronaca, allo scoppio dello scandalo S&P declassò il rating emittente di lungo termine in valuta locale di Parmalat a B+ con negative watch il 9 dicembre 2003, poi a CC il 10 dicembre di quell’anno e infine a D (default) il 18 dicembre 2003. Fine delle trasmissioni.

L’informazione data da Marco Fratini è quindi gravemente fuorviante, oltre che altrettanto gravemente inesatta. Tale informazione probabilmente si alimenta dello stile del giornalista, molto “brillante”, aneddotico e proteso alla divulgazione al grande pubblico degli arcana mundi di economia e finanza. Tutto molto bello ma col limite invalicabile di fornire informazioni corrette, cioè esatte, e non costruirci sopra narrative psichedeliche.

Noi siamo molto old fashion, sapete: vorremmo che gli operatori dell’informazione informassero, su base fattualmente corretta, separando le opinioni dai fatti, nei limiti del possibile. Per questo il pezzo di Fratini è del tutto inaccettabile. Quindi riteniamo sarebbe opportuno, per esigenze minimali di credibilità della testata, che vi fosse una rettifica. Lei che dice, direttore Enrico Mentana?

Aggiornamento – Il Tg La7, con servizio dello stesso Marco Fratini, raccoglie la nostra segnalazione e rettifica, citando la fonte. Sarà anche vero, come ha detto Fratini, che “le sciocchezze le hanno fatte le banche” vendendo quello che hanno venduto, ma questa non è una giustificazione per la stampa per esibirsi in svarioni così grossolani. Grazie al direttore Mentana.



Cosa ne pensi di questa notizia?

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle