GETTITO FISCALE ITALIANO

martedì 28 Maggio 2013 - Economia

GETTITO FISCALE ITALIANO Gli ultimi dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze Italiane, evidenziano che le entrate fiscali Italiane, si sono stabilizzate, nonostante l’aspettativa prevedeva un consistente aumento. Di Giovanni Cobalchini.

Parecchie sono le cause, ma la più importante è sicuramente la recessione economica del paese che non da segni a diminuire.

Complessivamente le entrate fiscali del governo sono pari a € 87,75 bn (USD 115,1 bn) nel periodo GEN/MAR/ 2013, ridotte del 0,3% rispetto al 1° trimestre dell’anno scorso.

Tuttavia il livello complessivo delle entrate ha nascosto una grande variazione nella raccolta delle singole imposte.

Primo fra tutti, gli utili aziendali sono diminuiti durante questo periodo di recessione, il gettito fiscale delle imprese è diminuito del 9,8% con un conseguente calo dei consumi degli italiani e ovviamente anche del gettito IVA.
C’è stato inoltre un calo del 8,6% (€ 1,9 bn) sulle entrate IVA nel 1° trimestre 2013 rispetto allo scorso anno.

D’altronde il gettito d’imposta sostitutiva su interessi e altri proventi finanziari, dove i tassi sono aumentati in generale del 20% nel nuovo regime fiscale introdotto all’inizio del 2012, hanno mostrato un incremento del 64,7%.

La conclusione evidentemente è che l’attuale regime fiscale soffoca lentamente le imprese che in Italia riescono sempre meno a sopravvivere e sono costrette a trasferirsi all’estero.



Giovanni Cobalchini
Consulente di diritto internazionale



Per qualsiasi approfondimento sulla materia, consultare il sito www.studiogiada.eu


Cosa ne pensi di questa notizia?

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle